salta al contenuto

Informazioni per la rinuncia all'eredità

Si informano i signori utenti che per la redazione dell’atto di "Rinuncia all'eredità" è necessario preventivamente presentare a questa Cancelleria ( 3° piano), la seguente documentazione:

  • copia del documento di identità in corso di validità e codice fiscale di ciascuno degli eredi

  • codice fiscale del defunto

  • n. 1 certificato di morte in carta libera

  • copia autentica dell’autorizzazione del Sig. Giudice tutelare, nell’ipotesi di rinuncia in nome e per conto di minori od incapaci.

  • dichiarazione relativa alla relazione di parentela di ciascun erede rispetto al congiunto deceduto ovvero copia delle eventuali disposizioni testamentarie.

Verrà quindi concordato, anche telefonicamente, un appuntamento per la materiale formazione dell’atto.

A tal fine sarà indispensabile la presentazione contestuale di tutti i co-eredi rinuncianti muniti dell'originale del documento di identità e codice fiscale anticipati in copia (documenti originali anche del defunto) nonché una copia originale del certificato di morte.

Per i minori ovvero i soggetti sottoposti a tutela dovranno presentarsi i legali rappresentanti, che dovranno essere stati preventivamente autorizzati alla rinuncia dal Sig. giudice tutelare.

Bisognerà altresì produrre (da acquistare in tabaccheria):

  • N. 1 marca da bollo da €. 14,62
  • N. 1 marca da bollo per diritti di registrazione da €. 4,54

Occorrerà inoltre avere la disponibilità della somma di €. 168,00 per ogni rinunciante, quale imposta di registro più € 3,72 quale tributo speciale e compenso, necessari per la registrazione dell’atto presso l’Agenzia delle Entrate.

Il relativo pagamento andrà effettuato infatti immediatamente, utilizzando il modello F23, che sarà consegnato dalla cancelleria all'atto della sottoscrizione della rinuncia.

Si rammenta che, a norma dell’art. 519 del C.C. , la competenza si determina con riferimento al luogo in cui si è aperta la successione (ultimo domicilio del defunto).

Si ribadisce che, nell’ipotesi di rinuncia in nome e per conto di minori od incapaci, la necessaria autorizzazione preventiva andrà richiesta al giudice tutelare competente, individuato per il minore con riferimento al luogo di residenza.